Decespugliamento manuale e meccanico per il ripristino dell'habitat 4030

GRANATHA - GRowing AviaN in Apennine's Tuscany HeathlAnds


LIFE15 NAT/IT/000837

Life Maestrale

Oggetto

Decespugliamenti manuali e meccanici, tecniche utilizzabili per il ripristino degli habitat di brughiera.

REFERENTE PROGETTO
Miozzo Marcello

SITO WEB

Obiettivo

Ripristinare l’habitat 4030 (lande secche europee), che nel Pratomagno (Toscana) sta scomparendo a causa dell’abbandono di pratiche tradizionali di gestione degli ericeti.

Ringiovanire gli ericeti non più tagliati da molto tempo, al fine di creare piante con caratteristiche idonee alla produzione di scope.

Buona pratica in breve

La buona pratica prevede diverse tipologie di interventi di decespugliamento, definite in base alle condizioni di accessibilità e alla vocazione produttiva o naturalistica degli ericeti. Gli interventi sono volti a ricreare la struttura tipica dell’habitat 4030, idonea per gli uccelli tutelati dalle direttive europee sulla biodiversità che sono al centro del progetto Life Granatha (Sylvia undata, Lullula arborea, Lanius collurio, Circus pygargus, Anthus campestris, Caprimulgus aeuropeus, Circaetus gallicus, Pernis apivorus). Le principali tipologie di intervento sono 4: taglio raso meccanizzato, taglio a buche meccanizzato, taglio raso manuale, taglio a buche manuale.

In che ambiente è stata realizzata

Massiccio del Pratomagno (Appennino toscano), area dove storicamente gli ericeti erano regolarmente gestiti per produrre manufatti, tra cui le “granate”, scope molto utilizzate per la pulizia delle strade di paesi e città.

Condizioni di replicabilità

La buona pratica è replicabile in tutti quei territori dove c'è la necessità di ripristinare l’habitat 4030, avendo l’accortezza in fase progettuale di prevedere con cura alcune soluzioni tecniche. Ad esempio, nel caso di eriche di grandi dimensioni che hanno perso elasticità, è utile prevedere di intervenire manualmente e non meccanicamente per evitare lo scalzamento della ceppaia.

Per far sì che l’habitat sia mantenuto nel tempo è auspicabile che localmente si possa creare una filiera produttiva legata all’utilizzazione delle eriche e alla realizzazione di manufatti.

Materiale disponibile

Dal database di LIFE GoProFor, nella parte finale della scheda, è possibile scaricare del materiale relativo al progetto, inoltre sono descritti accuratamente i costi, le esigenze di manodopera e dei pro e contro delle varie tipologie.